Manifestanti a Bangkok lanciano sacchetti di sangue

Manifestanti anti-governo del Fronte unito per la democrazia in Thailandia (UDD), hanno oggi rotto il robusto cordone di polizia posto davanti i cancelli della residenza del primo ministro Abhisit Vejjajivai.
Le autorità preposte alla sicurezza, avevano distribuito circa 1.500 agenti di polizia attorno la residenza di Abhisit. Tuttavia i manifestanti hanno superato le barricate, lanciando sacchetti di sangue umano e imbrattando il cancello della residenza del primo ministro Vejjajivai. Nell’azione non ci sono state notizie di violenze.
Nella capitale thailandese, i manifestanti stanno inoltre raccogliendo ogni giorno 1.000 litri del loro stesso sangue, da lanciare sui vari edifici pubblici e in alcuni casi sugli stivali delle forze di polizia.

Lascia un commento

error: Content is protected !!