on maggio 06 2010 07:18 pm 0

Malattie Thailandia: malaria, dengue, diarrea, farmaci e cure

La Dengue è una malattia infettiva diffusa nel Sud-Est Asiatico, compresa la Thailandia. Viene causata da un virus trasmesso dalla puntura delle zanzare del genere Aedes. I sintomi  sono febbre alta, forte dolore articolare e muscolare, ingrossamento dei linfonodi ed eruzioni cutanee; è chiamata anche “febbre delle ossa rotte”.

Malattie Thailandia farmaci e cureLa dengue è endemica (cioè è tipica di un’area geografica precisa) molti turisti che si sono recati in Thailandia soprattutto nel periodo delle piogge è in particolare nella zona di Hat Rin, Ko Pha Ngan, hanno preso la Dengue. Nonostante non si conosca alcuna cura specifica per questa patologia, essa raramente si evolve nella forma grave (emorragica) che, quando si verifica, può portare a morte per shock emorragico. Il decorso in genere dura 6-7 giorni, seguiti da una lenta convalescenza, caratterizzata da forti dolori alle ossa e nevriti.

Il timore di contrarre questa malattia infettiva non dovrebbe convincervi a rimandare un viaggio in Thailandia, in particolare nella bellissima e tranquilla isola di Ko Pha Ngan. Per prevenire questa malattia tropicale si raccomanda semplicemente di usare un buon repellente per le zanzare.

Il rischio di Malaria esiste invece tutto l’anno nelle aree rurali, fortunatamente da questa malattia sono escluse alcune delle maggiori destinazioni turistiche della Thailandia come: Phuket, Samui, Pattaya, Bangkok, Chiangmai. Qualche caso di malaria si è registrato invece nell’isola di koh chang vicino al confine con la Cambogia.

Come prevenire la malaria?
L’impiego di reti zanzariere impregnate di farmaci, quali derivati del piretro, sembra possa contrastare l’attacco delle zanzare malariche, che avviene nelle ore del tramonto, e ridurre il rischio di infezione.

Le cure:
L’accesso ai farmaci nei paesi più poveri rappresenta un fattore estremamente grave che, di fatto, limita la possibilità di curare i pazienti e di arginare l’infezione malarica. La clorochina è il medicinale meno costoso; gli altri possono raggiungere un prezzo fino a cento volte superiore. Nelle aree di clorochina-resistenza ciò ostacola la terapia si rendono infatti necessari i cosiddetti farmaci di seconda linea, che si impiegano quando i primi non sono più efficaci. Tra questi, ad esempio, la combinazione di derivati dell’artesunato.

Possibili malattie trasmesse in Thailandia con alimenti o bevande inquinati:

Gli standard di igiene in Thailandia sono ormai abbastanza buoni, cio nonostante si consiglia di consumare solo cibi ben cotti e bevande in contenitori sigillati. La diarrea colpisce spesso turisti di paesi tropicali e il contagio avviene attraverso il consumo di cibi o di acqua contaminati. La dissenteria può avere origine batterica o amebica e si manifesta con dolori addominali e gravi attacchi di diarrea.  Essa deve essere affrontata tempestivamente, sia con preparati reidratanti, sia con farmaci adeguati a debellare l’agente patogeno. Per curare e contrastare la cosiddetta diarrea del viaggiatore possono essere utili alcuni antibiotici come la ciprofloxacina e alcune compresse di Imodium per ridurre i movimenti peristaltici dell’intestino, riducendo la perdita di liquidi.

Comments

comments

Filed under Consigli sanitari

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Articoli selezionati per te close